Mosaico siciliano: vespri

.

INTRODUZIONE

Norwich definisce la Sicilia come un’isola triste nella introduzione del suo libro “Breve storia della Sicilia” (p 18) La sua ambizione era di analizzarne le cause. Nell’epilogo del libro scrisse “Spero e credo che la Sicilia sia un’isola più felice  adesso” (p 502) Norwich morì poco dopo averla scritta all’età di 85 anni. 
Da questo libro mi è venuta la voglia  di continuare questa analisi di Norwich e magari trovare modi per contribuire a una futura felicità siciliana.
Norwich disse che per un non siciliano come lui, la Sicilia è un mistero (p 19). Può forse una collaborazione normanna e siciliana essere di aiuto?

Questa pagina è dedicata ai vespri siciliani a cominciare dal vespro del 1282

//Stellan

INDICE

.

Appunti

.

Vespro del 1282

 

.

Vespro letterario

Club per soli uomini

«Oggi, in Sicilia e fuori dalla Sicilia, le scrittrici sono tante. Hanno successo, sono amate dai lettori e dalle lettrici, corteggiate dagli editori. Eppure, nonostante il successo e la visibilità, è come se non esistessero. A scuola non si studiano e perfino le grandi madri del Novecento, dalla Ortese ad Anna Banti o a Maria Bellonci, sono ignorate. Non rientrano nei programmi scolastici. E come potrebbe essere altrimenti? Nei bandi per accedere all’insegnamento, il ministero della Pubblica istruzione prescrive la conoscenza obbligatoria di un certo numero di scrittori: maschi, per l’appunto. La tradizione letteraria, per le nostre istituzioni, è ancora un club per soli uomini.” (1)

Quale regione italiana ha 26 scrittori? La Sicilia. li trovate tutti su www.goccediperle.it. Con questo sito ho creato questo indice:

Indice 26 scrittori siciliani

  1. https://it.wikipedia.org/wiki/Andrea_Camilleri
  2. https://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Veneziano_(poeta)
  3. https://it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Alberto_Garufi
  4. //it.wikipedia.org/wiki/Cielo_d%27Alcamo
  5. https://it.wikipedia.org/wiki/Domenico_Scin%C3%A0
  6. https://it.wikipedia.org/wiki/Elio_Vittorini
  7. https://it.wikipedia.org/wiki/Ercole_Patti
  8. https://it.wikipedia.org/wiki/Gesualdo_Bufalino
  9. https://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Tomasi_di_Lampedusa
  10. https://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Villaroel
  11. Giuseppina Landolina
  12. https://it.wikipedia.org/wiki/Giovanni_Verga
  13. https://it.wikipedia.org/wiki/Ignazio_Buttitta
  14. https://it.wikipedia.org/wiki/Leonardo_Sciascia
  15. https://it.wikipedia.org/wiki/Luigi_Pirandello
  16. https://it.wikipedia.org/wiki/Nino_Martoglio
  17. https://it.wikipedia.org/wiki/Nino_Savarese
  18. https://it.wikipedia.org/wiki/Pietro_Mignosi
  19. Saba Cloos
  20. https://it.wikipedia.org/wiki/Salvatore_Quasimodo
  21. https://it.wikipedia.org/wiki/Simonetta_Agnello_Hornby
  22. Stefano D’Arrigo
  23. https://it.wikipedia.org/wiki/Vincenzo_Auria
  24. https://it.wikipedia.org/wiki/Vincenzo_Consolo
  25. https://it.wikipedia.org/wiki/Vincenzo_Littara
  26. https://it.wikipedia.org/wiki/Vitaliano_Brancati

.

Vespro dopo Falcone e Borsellino

«Conoscevo troppo bene le arroganze e le crudeltà della Mafia che sono state proprio le grandi famiglie aristocratiche siciliane a nutrire e a far prosperare perché facessero giustizia per conto loro presso i contadini […] Io non ne volevo sapere di loro. Mi erano estranei, sconosciuti. Li avevo ripudiati per sempre già da quando avevo nove anni ed ero tornata dal Giappone affamata, poverissima, con la cugina morta ancora acquattata nel fondo degli occhi. […]

Io stavo dalla parte di mio padre che aveva dato un calcio alle sciocchezze di quei principi arroganti rifiutando una contea che pure gli spettava in quanto marito della figlia maggiore del duca che non lasciava eredi. Lui aveva preso per mano mia madre e se l’era portata a Fiesole a fare la fame, lontana dalle beghe di una famiglia impettita e ansiosa. […]

E invece eccoli lì, mi sono cascati addosso tutti assieme, con un rumore di vecchie ossa, nel momento in cui ho deciso, dopo anni e anni di rinvii e di rifiuti, di parlare della Sicilia.

Non di una Sicilia immaginaria, di una Sicilia letteraria, sognata, mitizzata.» (3)

.

Vespro con Corona

“La Sicilia è per la prima volta davvero isolata: vieta sbarchi e scali. Non si arriva – se non con grandi difficoltà – e non si parte. Si chiude in sè stessa: è la realizzazione del sogno di autarchia che ha inseguito nei secoli, come ha detto nei giorni scorsi Marcello Benfante sulle nostre pagine?” Domanda a Cutrufelli 1)

.

conclusioni

.

.

Fonti

  1. Maria Rosa Cutrufelli, intervista 3/29/2020 in Repubblica
  2. https://it.wikipedia.org/wiki/Dacia_Maraini 
  3. Dacia Maraini, Bagheria
  4. www.goccediperle.it

SCRIVETECI

Per favore inserisci di seguito i dati di contatto e un breve messaggio e proveremo a risponderti al più presto.