Mosaico siciliano: Voci

.

INTRODUZIONE

Norwich definisce la Sicilia come un’isola triste nella introduzione del suo libro “Breve storia della Sicilia” (p 18) La sua ambizione era di analizzarne le cause. Nell’epilogo del libro scrisse “Spero e credo che la Sicilia sia un’isola più felice  adesso” (p 502) Norwich morì poco dopo averla scritta all’età di 85 anni. 
Da questo libro mi è venuta la voglia  di continuare questa analisi di Norwich e magari trovare modi per contribuire a una futura felicità siciliana.
Norwich disse che per un non siciliano come lui, la Sicilia è un mistero (p 19). Può forse una collaborazione normanna e siciliana essere di aiuto?

//Stellan

INDICE

.

Appunti

  • “LA SICILIA HA POCHI ANGOLI MA LATI TANTI”
    Angelo Russo (1)


    Angelo Russo, l’attore che ha fatto il ruolo di Catarella nei film di Montalbano diretti dal regista  Alberto Sironi
  • “Fa impressione questa Sicilia isolata” 
    Maria Rosa Cutrufelli:  (2)
  • Sciascia: Forse aveva ragione Sciascia quando attribuiva al maschio siciliano una “profonda insicurezza” nei confronti delle donne. (I2)
  • Vincenzo Consolo:“lo stretto obbligato, il tormentato passaggio in cui l’uomo può perdersi, può perdere la ragione, imbestiandosi”
    Sullo stretto di Messina (2)
  • Ortese
  • Anna Banti
  • Maria Bellonci

Altre voci sulla Siclia
Questi sono li autori stranieri che hanno scritto sulla Sicilia:

  1. Alexandre Dumas su Messina; da “Viaggio in Siclia” del 1935
  2. Auguste de Forbin con “Ricordi della Sicilia”
  3. Dominique Vivant Denon con “Viaggio a Palermo”
  4. Guy de Maupassant su Taormina e Etna; Media, Duomo di San Giorgio; Scicli; Noto con ”Viaggio in Sicilia”
  5. JW Goethe 1787 con “Viaggio in Italia”
  6. Mario Puzo, il Padrino 1969
  7. Patrick Brydone sulla cucina siciliana da “Viaggio in Sicilia e a Malta”
  8. Roger Peyrefitte con “Dal Vesuvio a Etna”
  9. Oscar Wild in Lettere
  10. Patricia Higsmith con “Il talento di Mr  Ripley”
  11. Virginia Woolf con “viaggio in Italia e in Europa” 1985
  12. Dacia Maraini: la Sicilia, la letteratura, le donne
  13. John Julius Norwich “Breve storia della Sicilia 2018

.

Maria Rosa Cutrufelli

 

«La Sicilia è, per sua natura, un luogo di approdo, una specie di piattaforma in mezzo al Mediterraneo, più volte invasa, più volte colonizzata. E le colonie, come si sa, sognano l’autonomia e a volte anche l’autarchia, il sogno di bastare a se stesse. Ma la mescolanza, l’ibridazione, è la loro storia e la loro cultura. Ecco perché fa tanto effetto questo isolamento dovuto all’emergenza virus, questo rinchiudersi ‘”a tana” che, considerando le nostre vicende umane, sembra un po’ contro natura». (1)

 

 

 

.

conclusioni

.

.

Fonti

  1. Dietro le quinte: la Sicilia del DVD “Un diario del 43”
  2. Repubblica:  3/29/2020 INTERVISTA A CUTRUFELLI

 

SCRIVETECI

Per favore inserisci di seguito i dati di contatto e un breve messaggio e proveremo a risponderti al più presto.